Ebrei stranieri internati in provincia di Verona

Ebrei stranieri internati in provincia di Verona

 

L’unico Comune in cui furono internati gli ebrei stranieri è quello di Caprino Veronese.

Il 28 aprile 1943, in risposta ad una richiesta del Ministero dell’Interno del 22 (circolare n° 32507/448/301356), la Prefettura della Provincia di Verona inviò, in allegato, l’elenco numerico degli internati civili stranieri residenti nella provincia di Verona. Si tratta di 20 persone di cui 18 ebrei:

– 2 francesi (maschi, ariani)
– 8 germanici (4 maschi e 4 donne, ebrei)
– 5 ex jugoslavi (3 maschi e 2 donne, ebrei)
– 5 apolidi (3 maschi e 2 donne, ebrei)

Nell’elenco stilato su richiesta della Croce Rossa (Lista dei civili stranieri internati nella provincia al 27 ottobre 1943) risultano, invece, 28 ebrei (tutti a Caprino Veronese) e 1 ariano di nazionalità francese (Fremaux Luigi, figlio di Luigi, nato a Tourcoing il 23.05.1879, internato nel comune di San Martino Buon Albergo). In realtà, scorrendo l’elenco si nota che sono comprese altre 9 persone “ariane” e questo fa scendere il totale a 19 ebrei. Rispetto ai nomi riportati in questa pagina, mancano 13 ebrei: 6 non furono deportati e quindi è evidente che fuggirono prima del 27 ottobre (famiglie Marinovici e Russo); 4 sono figli di coppie presenti in elenco, ma che erano minorenni (Magda Bodner di quasi 2 anni, Ingebor Nasch di 15 anni, Giuseppe ed Enrico Pressburger di 9 e 13 anni); gli altri 3 sono: Rosa Kohn di 83 anni; Paola Stettauer di 77 anni con il figlio Guglielmo Fels di 54 anni.

 
Anna Pizzuti, nella pagina http://www.annapizzuti.it/pdf/elenco.php?p=Verona, indica un totale di 32 persone. Di queste, 19 furono deportate ad Auschwitz e furono uccise, mentre 1 morì nel campo di Fossoli. Non sopravvisse quindi il 62,5% del gruppo di Caprino Veronese.

 

 

  • Bodner Mayer, di Giuseppe e Dina Grunspam (Grimpan), nato a Krosno (Polonia) il 10.08.1904. Coniugato con Sass Rosa. Risulta a Campagna (SA) nel luglio 1940, a Ferramonti il 29.09.1940 e a Verona l’11.09.1941. Internato a Caprino Veronese. Arrestato a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduto in luogo ignoto in data ignota. 
  • Sass Rosa, di Giacomo e Anna Brandriss, nata a Vienna il 10.02.1911. Coniugata con Bodner Mayer. Internata a Caprino Veronese. Arrestata a Caprino Veronese  1’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduta in luogo ignoto in data ignota.
  • Bodner Magda, di Mayer e Rosa Sass, nata a Caprino Veronese il 10.01.1942. Internata a Caprino Veronese. Arrestata a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 10.04.1944. Foto tratte da www.geni.com.

 

  • Dames Samuele, di Israele e di Fanny Ginz (Diuz), nato a Lwow (Polonia; apolide) il 1°.10.1880. Coniugato con  Rogozinski Johanna. Faceva parte del gruppo Bengasi. Risulta a Ferramonti il 16.09.1940 e a Caprino Veronese il 04.11.1941. Arrestato a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Ucciso all’arrivo ad Auschwitz il 10.04.1944. 
  • Rogozinski Giovanna, di Salomone e di Ernestine List, nata a Thungen (Germania) il 12.02.1887.Coniugata con Dames Samuele. Faceva parte del gruppo Bengasi. Risulta a Ferramonti il 16.09.1940 e a Caprino Veronese il 04.11.1941. Arrestata a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduta in luogo ignoto in data ignota. 

 

  • Kohn Rosa, fu Ludovico e fu Rosa Rosenthal, nata a Nitra (Ungheria, oggi Slovacchia; la Pizzuti riporta invece come città di nascita Rastoka in Jugoslavia) il 15.01.1860. Vedova di Massimiliano Doczi. Casalinga. A Fiume dal 1892. Cittadina Italiana per elezione dal 25.11.1927. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese (VE) dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Arrestata a Caprino Veronese il 30.11.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli, muore nel campo l’11.03.1944.
  • Doczi Aladar Alfredo, di Massimiliano e di Rosa, nato a Fiume (apolide) il 30.05.1893. Celibe. Titolare di azienda per il commercio all’ingrosso di legna e carboni. Anche lui cittadino italiano per elezione dal 12.10.1927. Internato a Caprino Veronese. Risulta a Ferramonti il 29.09.1940, a Notaresco (TE) il 02.10.1940 e a Caprino Veronese il 26.09.1941. Arrestato a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossolì ad Auschwitz. Numero di matricola: 180024. Non è sopravvissuto. Per informazioni, si clicchi qui

 

  • Stettauer Paola, di Leopold e di Wertheimer Giovanna, nata a Fuerth (Germania) il 12.09.1866. Coniugata con Fels Alberto. Arrestata a Caprino Veronese il 12.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Verona, nel carcere di Udine carcere e nel campo di Bolzano. Deportata il 14.12.1944 da Bolzano a Ravensbrueck. Deceduta in luogo ignoto in data ignota. 
  • Fels Guglielmo, di Alberto e Paola, nato a Milano il 14.07.1889. Coniugato.  Arrestato a Caprino Veronese il 12.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Verona e poi a Fossoli. Deportato il 16.05.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Matricola n. A-5411. Deceduto in luogo ignoto dopo il 25.09.1944. 

 

  • Marinovici Andrea, di Michele, nato a Cluj (Romania) il 22.10.1904. Coniugato con Steiner Liliana. Lasciò Cluj nel dicembre 1930 e andò a Parigi per motivi di lavoro. Poi si trasferì a Belgrado e costituì una ditta di prodotti farmaceutici (Marafarma). Il 4 aprile, temendo i bombardamenti di tedeschi e italiani, si spostò con la moglie a Lubiana. Nel frattempo i genitori della moglie furono uccisi dagli ustascia. Le autorità italiane li internarono in Italia, a Caprino Veronese, il 12.12.1941. Dopo l’armistizio fuggirono in Svizzera e vissero a Losanna fino al 14 novembre quando tornarono a Milano dove furono assistiti dall’UNRRA. A Milano abitavano in viale Regina Giovanna 35. Nel dicembre 1945 Andrea trovò lavoro, come supervisore, con la Paramount Film Company a Roma<, fino all’aprile del 1947. Nel settembre 1946 la moglie morì a causa delle conseguenze delle condizioni di vita di quegli anni. Dopo la guerra Andrea chiese all’IRO di emigrare in Argentina o in Uruguay. Si vedano i documenti presenti negli Arolsen Archives
  • Steiner Liliana, di Enrico, nata a Vukovar (Jugoslavia) il 21.11.1913. Coniugata con Marinovici Andrea. Risulta a Caprino Veronese il 20.12.1941. Morta nel settembre 1946.

 

  • Nasch Alberto, di Federico e di Berta Loewi, nato a Vienna il 05.03.1899 Coniugato con  Hochwald Carolina. Risulta a Campagna (SA) il 16.09.1940, a Ferramonti di Tarsia (CS) il 23.09.1941 e a Caprino Veronese il 05.12.1941. Arrestato a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduto in luogo ignoto in data ignota.  Tra le carta degli Arolsen Archives, è presenta anche la carta del prigioniero Nasch Alberto, matricola 125580 del campo di Mauthausen. Andrea morì a Gusen il 6 aprile 1945.
  • Hochwald Carolina, di Leopoldo e di Johanna Pessel, nata a Vienna il 26.05.1895. Coniugata con Nasch Alberto. Risulta a Ferramonti di Tarsia (CS) il 31.07.1941 e a Caprino Veronese il 05.12.1942. Arrestata a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 10.04.1944. 
  • Nasch Ingeborg, di Albert e Carolina, nata a Vienna il 19.04.1928. Risulta a Ferramonti di Tarsia (CS) il 31.07.1941 e a Caprino Veronese il 01.12.1942. Arrestata a Caprino Veronese l‘11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 10.04.1944. 

 

  • Perlhaufter Giuseppe, di Emanuele, nato a Vienna il 22.01.1896. Coniugato con Josefowitz Jolana. Internato a Caprino Veronese.
  • Josefowitz Jolana, di Hermann ed Ester Zuckermann, nata a Kossau (Germania) il 14.09.1899. Coniugata con Perlhaufter Giuseppe. Arrestata a Caprino Veronese (VR) l‘11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduta in luogo ignoto in data ignota. Negli Arolsen Archives c’è un documento con il suo nome, ma non è riportata la data di nascita. Si tratta della carta della prigioniera n. 81336 del campo di Ravensbruck.

 

  • Pressburger Ernst, di Ignazio e di Hermine Gritz, nato a Vienna il 05.02.1904. Coniugato con  Strauber Gisella. Arrestato a Caprino Veronese 1’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Matricola n. 180077. Deceduto in luogo ignoto dopo il 24.11.1944. Come risulta dagli Arolsen Archives, con il numero 128603, Ernesto entrò nel campo di Buchenwald. Il 10 febbraio 1945 fu trasferito a Gross Rosen.
  • Strauber Gisella (Gizela), di Roberto, nata a Vienna il 1°.09.1903. Coniugata con Pressburger Ernst. Risulta a Caprino Veronese il 18.12.1941. Deportata.
  • Pressburger Gertrude (Geltrude), figlia di Ernst e Gisella, nata a Vienna l’11.07.1927. Risulta a Caprino Veronese il 18.12.1941. Arrestata a Caprino Veronese 1’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Il Libro della Memoria la segnalava come “Deceduta in luogo ignoto in data ignota”. In realtà Gerda è l’unica sopravvissuta della sua famiglia. Si veda l’articolo pubblicato su Spiegel storia e corredato da diverse fotografie. 
  • Pressburger Heinrich, di Ernst e Gisella, nato a Vienna l’11.02.1930. Risulta a Caprino Veronese il 18.12.1941. Arrestato a Caprino Veronese l‘11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduto in luogo ignoto in data ignota. 
  • Pressburger Joseph, di Ernst e Gisella, nato a Vienna il 25.09.1934. Risulta a Caprino Veronese il 18.12.1941. Arrestato a Caprino Veronese 1’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Ucciso all’arrivo ad Auschwitz il 10.04.1944. 

 

  • Rojan Milan, di Lavos e Ida Rosberg, nato a Zagabria il 04.02.1882. Coniugato con Zirner Lilli. Risulta a Caprino Veronese il 20.12.1941. Si allontana dal comune di internamento nel mese di novembre del 1943.
  • Zirner Lilli, di Julio e Dorotea Steiner, nata a Zagabria il 25.06.1899. Coniugata con Rojan Milan. Risulta a Caprino Veronese il 20.12.1941. Fuggì il 27 ottobre 1943, dirigendosi verso Perugia dove risulta presente il 14.07.1944. Dopo la guerra era a Verona, in via Del Bersagliere. Si vedano i documenti presenti negli Arolsen Archives.
  • Rojan Vlado, di Milan e Lilli, nato a Zagabria l’11.03.1922(1912). Si allontana dal comune di internamento nel mese di novembre del 1943.
  • Rojan Ingeborg, di Milan e Lilli, nata a Zagabria il 31.10.1923(1924). Risulta a Caprino Veronese il 20.12.1941. Si allontana dal comune di internamento nel mese di novembre del 1943.

 

  • Russo Nissim, di Davide, nato a Belgrado il 10.04.1877. Coniugato con Koen Sarina. Risulta a San Vincenzo della Fonte (AO) il 05.02.1942 e a Caprino Veronese il 14.04.1942.
  • Koen Sarina, di Jakov, nata a Belgrado il 24.11.1882. Coniugata con Russo Nissim. Risulta ad Aosta il 09.12.1941, a San Vincenzo della Fonte (AO) il 05.02.1942, a Caprino Veronese il 14.04.1942. Percorso di internamento. Dopo la liberazione a Fonte.
  • Russo Jaquelin, di Nissim e Sarina, nata a Ginevra il 18.02.1918. Risulta a  Ferramonti di Tarsia (CS) il 27.10.1941 e a Caprino Veronese il 27.07.1942.
  • Russo Ella, di Nissim e Sarina, nata a Belgrado il 25.02.1922. Risulta a San Vincenzo della Fonte (AO) il 05.02.1942 e a Caprino Veronese il 14.04.1942.

 

  • Steiner Gustavo, di Jakob e Giovanna Eisner, nato ad Osijek (Jugoslavia) il 29.09.1879. Profugo respinto alla frontiera del Carnaro il 29.08.1941, risulta a Caprino Veronese il 20.12.1941. Si allontana dal comune di internamento nel mese di novembre del 1943.

 

  • Trostler Wilhelm, di Giuseppe e di Carolina Braun, nato a Vienna il 22.02.1888. Coniugato con Handler Margherita.  Faceva parte del gruppo Bengasi. Risulta a Ferramonti di Tarsia (CS) il 16.09.1940 e a Caprino Veronese il 13.09.1941. Arrestato a Caprino Veronese 1’11.03.1944 da tedeschi. Detenuto a Fossoli. Deportato il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduto in luogo ignoto in data ignota. 
  • Handler Margherita, di Sigismondo e di Clementina Basch, nata a Ruma (Jugoslavia; apolide) il 18.05.1896(1895). Coniugata con Trostler Wilhelm. Faceva parte del gruppo Bengasi. Risulta a Ferramonti di Tarsia (CS) il 16.09.1940 e a Caprino Veronese il 29.09.1941. Arrestata a Caprino Veronese l’11.03.1944 da tedeschi. Detenuta a Fossoli. Deportata il 05.04.1944 da Fossoli ad Auschwitz. Immatricolazione dubbia. Deceduta in luogo ignoto in data ignota. 

 

Va ricordato che a Caprino Veronese arrivarono diversi ebrei sfollati da Fiume nell’aprile del 1941 dopo l’attacco italo-tedesco alla Jugoslavia. Dopo poco tempo fecero ritorno a Fiume.

Poiché la provincia di Fiume si trovava in zona di operazioni, le autorità fecero evacuare tutta la popolazione civile trasferendo uomini, donne, vecchi e bambini, compresi gli infermi, negli alberghi della riviera adriatica e in adeguate strutture del Veneto. Gli ebrei, residenti in città, vennero convocati in Questura ove venne dato loro un foglio di via con l’obbligo di trovarsi la sera stessa alla stazione con una valigia a testa per essere trasferiti verso ignota destinazione. Sistemati nelle carrozze di un treno con le porte sigillate con piombi, il treno si avviò verso mezzanotte alla volta di Trieste da dove proseguì sempre sotto scorta militare verso Portogruaro-Treviso-Mestre. Dopo una breve sosta in cui,
inaspettatamente, alcune crocerossine provvidero a rifocillare con caffellatte e panini l’insolita comitiva di viaggiatori, il treno proseguì verso Padova, Vicenza e Verona. Qui giunto alla stazione di Porta Vescovo fu fatto sostare su un binario morto creando angosciosi presagi nelle menti delle persone trasferite, presagi che fortunatamente si dimostrarono infondati. Infatti, dopo breve tempo arrivò un gruppo di persone guidate dal rabbino di Verona, dott. Friedenthal, il quale provvide a distribuire agli sfollati provenienti da Fiume cibo e generi di conforto. Il viaggio doveva poi proseguire in autocorriera e con un trenino locale verso varie località del Veronese dove, secondo i programmi governativi questi gruppi avrebbero trovato una sistemazione di fortuna fino al termine delle operazioni belliche contro la Yugoslavia. Dopo circa un mese il Prefetto di Verona dispose il rientro degli sfollati nelle località di origine.

(tratto dal lavoro di Federico Falk)

 

Si segnalano i seguenti ebrei precedentemente sfollati da Fiume e giunti a Caprino Veronese da cui ripartirono alla fine di aprile del 1941. I nomi sono presenti su https://www.bh.org.il/jewish-spotlight/fiume/ e sul sito di Anna Pizzuti.

  • i coniugi Francesco Benedikt ed Ernesta Doczi (figlia di Rosa Kohn e sorella di Aladar internati poi a Caprino Veronese)   
  • Berger Eugenio, di Samuele, nato a Sevius il 1°.08.1889. A Notaresco il 20.07.1940, a Tortoreto il 20.01.1941. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Prosciolto il 17.06.1943. Risulta in Svizzera.
  • Caruso Maurizio, di Leopoldo, nato ad Apostag il 26.05.1883. A Notaresco il 30.07.1940, ad Atri nel gennaio 1941. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Nel 1944 è di nuovo a Fiume dove fu arrestato. Deportato nel campo di sterminio di Auschwitz. Non è sopravvissuto.
  • Emodi Andrea, di Arturo, nato a Fiume il 20.03.1903. A Campagna nel giugno 1940. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dall’08.04.1941 al 25.04.1941. A Nereto il 13.12.1942; a Corropoli il 15.02.1944; a Servigliano il 18.05.1944. 
  • Mandl Giuseppina, di Ferdinando, nata a Gross Enzersdorf il 10.01.1909. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Si allontana da Navelli l’08.03.1944. Risulta a Bari nel marzo 1945.
  • Fleischmann Livio, di Giulio e Giuseppina Mandl, nato a Fiume il 1°.03.1931. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Si allontana da Navelli al 08.03.1944. Risulta poi a Santa Maria al Bagno (LE).
  • Fleischmann Luigi, di Giulio e Giuseppina Mandl, nato a Fiume il 17.04.1928. Stesso percorso del fratello.
  • Goldstein Oscar, di Maurizio e Matilde Fischer, nato a Vienna, l’11.07.1879. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. A Guardiagrele il 22.10.1942. Si allontana nell’ottobre 1943. Arrestato a L’Aquila il 29.12.1943. A Bagno a Ripoli (FI) il 19.03.1944. Deportato ad Auschwitz. Non è sopravvissuto.
  • Hauben Leone, già inserito tra gli internati della provincia di Treviso.
  • Konig Margherita, di Giuseppe, nata a Vienna il 15.05.1908. Coniugata con Kaufmann Walter. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Arriva poi ad Atri (TE) da dove si sposta a Penna S. Andrea il 21.07.1941. 
  • Mandl Irene, di Bernardo, nata a Severin il 08.08.1897. Coniugata con Vittorio Rosselli. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Presente a Castelfrentano il 02.10.1942 e a Chieti Scalo nel novembre del 1943. Risulta poi a Roma.
  • Nass Leone, di Samuele, nato a Dobromil il 22.12.1894. Coniugato con Elena Weiss. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. A Picinisco il 18.09.1941. Si allontana il 07.01.1944. Risulta a Roma nell’ottobre del 1944. 
  • Weiss Elena, di Leib, nata a Sokal, il 14.03.1892. Coniugata con Leone Nass. Stesso percorso del marito.
  • Nass Isacco, di Leone e di Elena Weiss, nato a Stryj il 14.09.1922. Stesso percorso dei genitori.
  • Pinkas Maria, di Jakob e di Sarolta Rigler, nata a Kallosd (Ungheria) l’08.01.1893. Casalinga. Coniugata con Ermanno Stern. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. A Pescina (AQ) maggio 1941. A Scurcola Marsicana il 04.06.1942. Si allontana il 12.05.1944. Risulta a Roma il 09.12.1944 insieme al marito (internato a Campagna, a Ferramonti e poi a Pescina) e alle figlie. Dopo la guerra emigrarono in Israele.
  • Stern Edit, di Ermanno e Pinkas Maria, nata ad Abbazia il 09.02.1924. Stesso percorso della madre.
  • Stern Elfrida, di Ermanno e Pinkas Maria, nata a Vienna il 13.03.1929. Stesso percorso della madre.
  • Stern Gertrude, di Ermanno e Pinkas Maria, nata a Vienna il 22.10.1925. Stesso percorso della madre.
  • Reich Bernardo, di Giuseppe, nato a Fiume il 21.01.1888. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Arriva a Ferramonti l’08.01.1943.
  • Steiner Margherita, di Abramo Adolfo e di Netty Demeter, nata a Plesivec il 28.10.1891. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Si trova a Treia nell’ottobre 1942. Arrestata a Fiume. Deportata ad Auschwitz. Non è sopravvissuta
  • Sterk Ladislao, di Francesco, nato a Budapest, il 02.10.1905. Sfollato da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. A Ferramonti il 04.12.1942. A Capestrano il 13.08.1943. Si allontana il 04.10.1943.
  • Weil Erminia, di Elias, nata a Hoppstadten il 04.09.1883. Coniugata con Ludovico Epstein. Sfollata da Fiume a Caprino Veronese dal 05.04.1941 al 25.04.1941. Ad Aprica nel febbraio 1942. Morta a Sondrio.

 

Dati

  • Internati totali: 32
  • Maschi: 15
  • Femmine: 17
  • Nuclei familiari: 11
  • Persone sole: 1
  • Minorenni al 1943: 5
  • Deportati: 19; 1 è morta in Italia nel campo di Fossoli
  • Sopravvissuti: 13 (compreso 1 deportata)
  • Nazionalità: 11 austriaci, 11 jugoslavi (di cui 1 sposata di un austriaco), 3 polacchi (di cui 1 nata in Italia), 3 tedeschi, 1 ungherese, 1 romeno, 1 italiano, 1 nato a Fiume (italiano diventato apolide)
Translate »